Uno sguardo sui giornalisti del Lazio

Uno sguardo sui giornalisti del Lazio

L’importanza del Lazio, anche dal punto di vista mediatico, risente della presenza sul suo territorio della Capitale del Paese. Questa condizione ha determinato la presenza di importanti quotidiani nazionali, delle principali agenzie di stampa e della principale azienda di informazione in Italia: la RAI. La distribuzione geografica dei giornalisti laziali rispetta la seguente tabella: Frosinone 120 Latina 240 Rieti 60 Roma 9.000 Viterbo 160   Analizzando la distribuzione dei giornalisti laziali per tipologia di media, risalta subito la vocazione di Roma verso l’emittenza radiotelevisiva e il forte impatto che riveste la presenza delle agenzie di stampa nazionali, che hanno naturalmente bisogno di essere vicine ai palazzi del potere politico.   In particolare, grazie ai dati della mailing list RP 3.0, abbiamo ricavato la seguente tabella di distribuzione di giornalisti per tipologia di media: Agenzie di stampa 1.000 Quotidiani 1.400 Periodici 1.400 TV 3.200 Radio 900 Siti internet 1.600   Di questi media, quelli che hanno una raggio d’azione locale (all’interno della regione) danno lavoro solo a 1.300 giornalisti, mentre i nazionali occupano il restante 8.200.     Caratteristiche socio-demografiche dei giornalisti della Lombardia Cerchiamo di dare un “volto” ai giornalisti della Lombardia attraverso l’individuazione delle caratteristiche descrittive di questi professionisti: Maschi Femmine Sesso 60% 40%   Fino a 30 anni 30 – 45 anni 45-60 anni Oltre 60 anni Età 24% 30% 28% 18%   Diploma Laurea Corsi di giornalismo Titolo di studio 63% 31% 6%       I media laziali più autorevoli Quotidiani del Lazio: Repubblica e Il Messaggero per quanto riguarda il nazionale; Il tempo sul locale TV del Lazio: RAI e La7 per il nazionale,...
Cose da fare e non fare quando si vuole inviare comunicati stampa ai giornalisti attraverso i social media

Cose da fare e non fare quando si vuole inviare comunicati stampa ai giornalisti attraverso i social media

Hai creato la tua mailing list di giornalisti (magari utilizzando il database professionale RP 3.0) ma vuoi comunque sfruttare le potenzialità dei social network per consolidare il tuo rapporto con i professionisti dell’informazione? In effetti i social media, se utilizzato in modo professionale e adeguato, possono essere estremamente efficaci per integrare le normali attività di ufficio stampa e conservare l’attenzione dei giornalisti che abbiamo nelle nostre mailing list e a cui abbiamo già inviato i nostri comunicati. Questi sono i consigli per utilizzare in modo corretto i social media a vantaggio delle vostre attività di comunicazione.       I social media offrono l’opportunità, per le agenzie di PR, di raggiungere i giornalisti in uno spazio più intimo. Ma attenzione, non tutti i canali offrono i risultati appropriati. Ci sono modi giusti e sbagliati di utilizzare i social media per coinvolgere i giornalisti, se non vogliamo essere visti come stalker. Ecco un elenco di ciò che si può o non può fare nell’avvicinarsi ai giornalisti sui social media. Cose da non fare: 1. Non inviare comunicati stampa ai giornalisti attraverso Facebook. – Facebook è un posto per gli amici. Anche se Facebook è diventato anche un luogo di business, i giornalisti considerano Twitter uno strumento professionale, non Facebook. Inoltre, quando si invia un messaggio a qualcuno con cui non hai un’amicizia su Facebook, questo finisce nella loro cartella “altro”, che quasi sempre viene ignorata. Evitate di postare sulla loro bacheca o inviare immagini per ottenere la loro attenzione: normalmente i giornalisti vogliono mantenere una certa privacy sulla loro pagina di Facebook. 2. Non inviate comunicati in modo massivo su...
Le parole chiave più ricercate dagli addetti stampa sui motori di ricerca

Le parole chiave più ricercate dagli addetti stampa sui motori di ricerca

Cosa cercano gli uffici stampa? A quali tipologie di informazioni sono maggiormente interessati per il proprio lavoro di comunicazione? Per rispondere a queste domande la redazione di Spazio RP ha analizzato le statistiche dei principali motori di ricerca presenti in Italia e li ha confrontati con una serie di parametri socio-demografici per identificare un profilo di utente compatibile con i professionisti dell’ufficio stampa. Qui sotto i termini maggiormente ricercati in ordine decrescente: Quotidiani Giornali italiani Email giornalisti Database giornalisti Rassegna stampa Giornalisti sportivi Comunicati stampa Giornali oggi Repubblica Corriere della Sera Giornalisti Torino Giornalisti Roma Giornalisti Milano Rassegna stampa quotidiani Elenco giornalisti Il Fatto quotidiano Il Messaggero Lavoro ufficio stampa Notizie stampa Giornale di Brescia Giornale di Vicenza Giornale di Sicilia Rivista di Redattori Giornalisti Repubblica Giornalisti...
I 7 errori che gli uffici stampa fanno nel loro rapporto con i giornalisti

I 7 errori che gli uffici stampa fanno nel loro rapporto con i giornalisti

Abbiamo chiesto a 45 colleghi giornalisti, estratti dal database professionale di opinion leader RP 3.0, quali errori commettono più frequentemente i professionisti dell’ufficio stampa nella loro attività di contatto con le redazioni giornalistiche. Questi i più gravi e fastidiosi:   1 – Invio generalizzato a tutti i giornalisti della redazione o all’indirizzo generico di segreteria, quando loro hanno un indirizzo personale/lavorativo facilmente ricavabile (in questo può rappresentare una vera svolta adottare un database professionale di giornalisti come RP 3.0)   2 – Troppi invii di comunicati spesso duplicati o senza alcuna notizia   3 – Invio di comunicati e materiali con tempistiche sbagliate rispetto alla pubblicazione della notizia o ai tempi della redazione o con uno poco professionale dell’embargo.   4 – Non fornire dati di contatto corretti o personali, per intenderci quelli che possono permettere un contatto anche fuori dall’orario di ufficio.   5 – Preparazione approssimativa dei comunicati stampa, troppo lunghi o al contrario privi delle informazioni indispensabili per costruirci sopra un articolo.   6 – Sempre a proposito di comunicati stampa, si ricorda che i giornalisti vogliono notizie, per questo odiano comunicati generici, senza alcun tipo di notiziabilità o addirittura presi pari pari dalle brochure aziendali.   7 – Approccio impersonale nel contatto: è meglio perdere qualche minuto in più per dargli l’idea che il comunicato è stato scritto per lui e che conosciamo il media per cui lavora. Il minimo della personalizzazione è l’intestazione in cui compare il nome del giornalista, cosa che è facile da fare anche con i software di posta elettronica gratuita, una volta creata una mailing list di giornalisti in formato...
I giornalisti sportivi: una indagine quantitativa

I giornalisti sportivi: una indagine quantitativa

Quanti sono i giornalisti in Italia? Dove si trovano? Dove lavorano e come si possono contattare? Sono tutte domande che un addetto stampa dovrebbe porsi in continuo. Se i giornalisti sono i principali interlocutori degli uffici stampa risulta evidente l’importanza di conoscere informazioni e statistiche su redattori e collaboratori di tutte le testate giornalistiche del Paese. La redazione di Spazio RP ha estratto una serie di dati statistici dal proprio archivio di 40.000 giornalisti (il più vasto elenco di professionisti dell’informazione in Italia). Di seguito i risultati più significativi.   Conoscere i giornalisti sportivi delle testate sia nazionali che locali, sia generaliste che specializzate è un must per tutti gli uffici stampa delle società e degli enti che operano nel mondo dello sport. Non solo, come dimostrano le statistiche dei principali motori di ricerca, i giornalisti sportivi sono quelli più seguiti e ricercati in generale anche dai non professionisti della comunicazione, a dimostrazione di quanto lo sport sia un interesse trasversale e includente. Per contribuire ad una comprensione del fenomeno, la redazione di Spazio RP ha analizzato il database di giornalisti RP 3.0 ricavando una serie di dati quantitativi molto interessanti che vi riproponiamo nell’articolo qui sotto.   Quanti sono i giornalisti sportivi in Italia? Si stima che i giornalisti italiani che si interessano di temi sportivi (anche in modo non esclusivo) siano circa 20.000. Rappresentano la fetta più grande di professionisti dell’informazione. Questo in conseguenza soprattutto della forte vocazione dei media locali a seguire gli avvenimenti e i protagonisti sportivi del proprio territorio. In questo senso va considerato il fatto che, anche quando la propria specializzazione è rivolta...
Ecco chi sono i giornalisti italiani

Ecco chi sono i giornalisti italiani

Quanti sono i giornalisti in Italia? Dove si trovano? Dove lavorano e come si possono contattare? Sono tutte domande che un addetto stampa dovrebbe porsi in continuo. Se i giornalisti sono i principali interlocutori degli uffici stampa risulta evidente l’importanza di conoscere informazioni e statistiche su redattori e collaboratori di tutte le testate giornalistiche del Paese. La redazione di Spazio RP ha estratto una serie di dati statistici dal proprio archivio di 40.000 giornalisti (il più vasto elenco di professionisti dell’informazione in Italia). Di seguito i risultati più significativi.   Quanti sono i giornalisti che lavorano in Italia? Nel nostro Paese si stima che gli operatori dell’informazione attivi (tra redattori assunti e collaboratori più o meno stabili di redazione) siano circa 65.000. Circa 38.000 sono dipendenti diretti di società editoriali o titolari di siti a carattere informativo registrati in tribunale. Di questi il database RP 3.0, lo strumento che aiuta i professionisti dell’ufficio stampa a creare mailing list di giornalisti cui inviare comunicati stampa ed inviti, censisce circa il 92% (all’incirca 35.000). Poi ci sono oltre 28.000 free lance, collaboratori fissi di redazione e blogger professionisti. Questa è una realtà molto più sfuggente, di cui RP 3.0 riesce a fotografare quasi il 22%.   Dove lavorano i giornalisti italiani? Abbiamo classificato i giornalisti italiani per tipologia di media in cui lavorano stabilmente. I risultati ottenuti dall’analisi degli oltre 40.000 nomi presenti nell’archivio RP 3.0 sono sintetizzati nel seguente schema: i giornalisti delle agenzie di stampa italiane sono in tutto 1.600; i giornalisti che scrivono per i quotidiani nazionali e locali sono circa 8.000; i giornalisti di periodici e riviste...
Quello che i giornalisti chiedono ai comunicatori

Quello che i giornalisti chiedono ai comunicatori

La redazione di Spazio RP ha chiesto ad un campione di giornalisti e blogger come giudicano i professionisti dell’ufficio stampa: dal modo in cui utilizzano gli strumenti di contatto con le redazioni agli approcci utilizzati per creare relazioni con il mondo dell’informazione.   Capire come ragionano e cosa cercano per lavorare meglio può essere un grande vantaggio per gli uffici stampa al fine di ottenere relazioni migliori e quindi più visibilità sui media. Ci sono strumenti e tattiche che aiutano il lavoro degli addetti stampa. Se il primo passo e conoscere chi sono e come contattare i giornalisti che si occupano di alcune tematiche in specifiche categorie di redazioni (e qui lo strumento migliore in Italia è senza dubbio il database di giornalisti e opinion leader RP 3.0), il passo successivo riguarda la capacità di sfruttare tutti gli strumenti di relazione per fornire tutte e soltanto le informazioni ricercate dai giornalisti per il proprio lavoro. Passiamo quindi all’analisi degli strumenti di relazione che gli uffici stampa hanno a disposizione per creare un canale di comunicazione con i giornalisti e dell’approccio da tenere per coinvolgere al meglio questi interlocutori.   Le “newsroom” digitali Le “aree stampa” dei siti web delle organizzazioni pubbliche e private stanno assumendo un ruolo sempre più strategico nel rapporto tra giornalisti e uffici stampa. Sono uno strumento molto importante per farsi trovare dai redattori che cercano dati su un settore o su una certa azienda spesso attraverso i motori di ricerca. Quali caratteristiche deve avere una buona newsroom online? Innanzitutto deve essere una fonte di informazioni esaustiva ma soprattutto “veloce”, per cui non deve essere un...
Questi sono i giornalisti della Lombardia

Questi sono i giornalisti della Lombardia

La Lombardia non è solo la regione più grande d’Italia, ma anche l’area del Paese con la più alta concentrazione di giornalisti.   Con i suoi oltre 14.000 giornalisti censiti nel database di giornalisti RP 3.0, è di gran lunga la regione con la più elevata rappresentanza nel mondo dell’informazione. La distribuzione geografica dei giornalisti lombardi rispetta la seguente tabella: Bergamo 320 Brescia 350 Como 260 Cremona 200 Lecco 110 Lodi 130 Mantova 170 Milano 12.000 Pavia 180 Sondrio 100 Varese 200   Se invece analizziamo la distribuzione dei giornalisti per tipologia di media in cui lavorano, emerge immediatamente il ruolo di leadership che la Lombardia gioca a livello nazionale nel campo della carta stampata. In Lombardia (e in particolare a Milano) ci sono i più grandi gruppi editoriali: colossi in grado di dar vita non solo a grandissimi quotidiani ma anche all’80% della produzione di periodici del Paese. Ma la Lombardia si posiziona ai vertici anche dell’informazione digitale, con una grande concentrazione di blog e portali d’informazione, dell’emittenza televisiva, grazie soprattutto alla presenza del gruppo Mediaset, e radiofonica, con emittenti di primaria importanza.   In particolare, grazie ai dati della mailing list RP 3.0, abbiamo ricavato la seguente tabella di distribuzione di giornalisti per tipologia di media: Agenzie di stampa 500 Quotidiani 2.300 Periodici 6.500 TV 1.500 Radio 700 Siti internet 2.700   Di questi media, quelli che hanno una raggio d’azione locale (all’interno della regione) danno lavoro a circa 2.500 giornalisti, mentre i nazionali ne contano oltre 11.500.                 Caratteristiche socio-demografiche dei giornalisti della Lombardia Cerchiamo di dare un “volto”...